Sviluppo commerciale

Possiamo fare molto per la tua azienda

  • Adattarsi alle esigenze del nuovo mercato e scoprire come alimentare lo sviluppo.
  • Analizzare l’ambiente mercato per creare nuove fasi di crescita.

Spesso l’azienda si amalgama al mercato limitandosi a contrastare la concorrenza con una tutela del proprio patrimonio commerciale. Nella nuova ottica di evoluzione digitale, l’azienda attrae clienti con l’utilizzo dei canali di comunicazione e divulgazione del proprio know how attribuendo alla propria messa a disposizione un valore patrimoniale di selezione e raccolta dati.
L’esperienza CSSA partners nel capire, progettare e seguire lo sviluppo delle aziende è la valorizzazione della migliore strategia possibile. Arriviamo alla sua individuazione con la frammentazione della vostra proposta per ripercorrerla e ricostruirla con nuove tecniche.
Tutto prende avvio con la radiografia aziendale in termini di produzione, produttività, consolidato, target e obiettivi, dati che concorrono alla realizzazione dello studio di fattibilità.

Quali aspettative può nutrire la vostra azienda?

Eliminare le parti frenanti, segmentare il mercato e i canali di acquisizione, modellare lo sviluppo direttamente sul carattere dell’azienda. Questo, in sintesi è il nostro modo di operare ricercando per prime le risposte alle domande aperte, fornendo una corretta e dettagliata analisi swot di ciò che si è, di chi compete per le nostre quote di mercato, quali opportunità rappresentano spazi nuovi, quanto l’azienda deve investire e con quale percentuale di rischio per raggiungere i propri obiettivi.
Come comunicare, cosa dire, come sfruttare la strategia e la tempistica per ottenere il massimo. Riorganizzare il reparto commerciale, concentrando i compiti circoscritti ai ruoli, attivando un sistema di controllo delle attività e dei parametri, in grado di intervenire e di correggere le attività in corso d’opera.

5 SETTORI D’INTERVENTO:

  1. PRODUTTIVO
  2. DISTRIBUTIVO
  3. MANIFATTURIERO
  4. SERVIZI
  5. STARTUP

Settore produttivo

Il settore produttivo (finalizzato al commercio) dipende dalla capacità di azienda e prodotto di creare, interessare, raggiungere e fidelizzare il maggior numero di clienti. Questo obiettivo richiede velocità, flessibilità e investimenti mirati.
Il brain storming rappresenta l’ampliamento più grande possibile di obiettivi, eventualità, rischiosità e visione. Viene alimentato dai dati e dagli obiettivi aziendali valutati in rapporto alla media del settore e dal volume che la specializzazione condivide.
L’individuazione dei kpi (key performer indicators) o dei csf (critical success factors) determina la tipologia degli interventi, questi possono svilupparsi sia in ambito di miglioramento del ciclo produttivo per recuperare redditività, sia nella riorganizzazione dell’ufficio commerciale interno e delle metodologie applicate, fino all’analisi di nuovi mercati o di variazioni nella proposizione.

Settore distributivo

Il settore distributivo viene preso in esame partendo dalla composizione del mix offerto e degli strumenti di marketing del quale dispone, successivamente viene valutato in uno studio di fattibilità che ne evidenzia il bacino di utenza, la densità della proposta presente, l’attività dei competitors, per evidenziare le soluzioni che, confrontate con i dati di bilancio, risultino più redditizie al raggiungimento dello scopo.
Il piano di sviluppo commerciale rappresenta la radiografia delle strade percorribili con l’individuazione della via più rapida per il time to business con un attento controllo dei costi. Le nuove strategie forniscono sia variabili di percorso che trasformazioni del metodo aziendale. L’applicazione poi dei vantaggi di una crescita programmata e controllata, agevola le scelte aziendali prevenendo e preventivando costi e investimenti, tracciando nuovi obiettivi.

Settore manifatturiero

Il settore manifatturiero spesso rientra nella produzione di componentistica o semilavorati adatti alla produzione di altre aziende. In questo settore secondario la logistica e la disponibilità sono spesso gli elementi fondanti di buone relazioni commerciali. La loro conoscenza, valorizzazione e caratterizzazione, offrono la base per una crescita dei servizi acquisibili.
L’analisi dello stato dei competitors, della richiesta di competenze provenienti dal territorio, l’incidenza dei costi di trasporto sulla produzione e comprendere le necessità dei propri clienti principali, favorisce il secondo step, cioè quello di diventare partner di un numero strutturato di aziende, valutando anche le proprie potenzialità per una crescita individuale di branding.

I servizi

I servizi sono attività di supporto e organizzazione di tutto ciò che muove e sorregge la struttura azienda. Funzione primaria di un buon successo è l’immagine e la competenza che si riesce a trasmettere, seguita dallo studio continuo delle possibilità offerte dall’innovazione per offrire costantemente un servizio/prodotto migliore e migliorativo. L’efficentamento e lo studio delle sue regole sono l’applicativo che viene elaborato e costruito sulle caratteristiche.
Anche in questo caso lo sviluppo commerciale dell’attività passa per l’analisi del bacino di utenza e l’individuazione del rapporto ottimale di dimensione tra il cliente e il servizio, per affinarsi nella selezione dei target e arrivare alla corretta proposizione e incontro.

Le startup

Le startup sono trasversali e come tali godono delle impostazioni di settore ma vengono sottoposte ad una complessa analisi swot, con un percorso di indagine a centri concentrici, che arrivano ad isolare l’obiettivo nella tesi commerciale, oggetto della relazione di fattibilità.
Come valutazione preventiva si verifica l’appeal di prodotto tramite una indagine pivot di cdm (customer development methodology ) di ricerca e adeguamento: l’azienda non diventa il punto di partenza, ma il punto di arrivo delle occorrenze individuate:

sviluppo commerciale

L’obbiettività, l’attenzione, la cura estrema nelle acquisizioni e nella verifica delle fonti, le diverse angolazioni di lettura, l’estrazione del core business e l’impostazione di correttivi che rispondano a parametri precisi sono la garanzia di un percorso chiaro che consente all’imprenditore scelte e valutazioni fondamentali.