Anomalie finanziarie/bancarie

Il rapporto con gli istituti bancari è un rapporto equilibrato?
La consapevolezza di cosa è successo in passato, la comprensione del presente e la formazione per poter progettare il futuro.

CSSA opera su conti correnti, mutui e leasing per accertare che la banca non sia caduta in:

  1. Anatocismo ovvero gli interessi composti. Con il termine anatocismo si intende la capitalizzazione degli interessi su un capitale, affinché essi siano a loro volta produttivi di altri interessi (interessi sugli interessi). Nella prassi bancaria, tali interessi vengono definiti “composti”. Un esempio di anatocismo è quello di capitalizzare (sommare al capitale di debito residuo) gli interessi ad ogni scadenza di pagamento, anche se sono regolarmente pagati.
  2. Articolo 1815 codice civile. Per chi ha mutui dove viene verificato in fase di pre-analisi la presenza di usura contestiamo la clausola del contratto sfruttando l’articolo 1815 del Codice civile, il quale stabilisce che se in un contratto sono convenuti «interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi.
  3. Usura ovvero il superamento dei tassi soglia definiti dalla legge. L’usura bancaria è una fattispecie normativa introdotta dall’Art. 644 del Codice Penale italiano ed è stata riformulata dalla Legge n. 108 del 7 marzo 1996, che ha apportato profonde innovazioni e modifiche in materia di usura nell’ordinamento giuridico dell’Italia. “Si ha usura quando il corrispettivo di una prestazione in denaro consistente nella richiesta di interessi, spese e commissioni costituisce un costo totale finanziario estremamente esoso in relazione alla categoria della prestazione, all’entità della prestazione ed alle dinamiche finanziarie del mercato”. L’Usura in conto corrente è determinata dai costi addebitati al correntista, connessi alle operazioni di erogazione del credito, ai sensi dell’art. 1, comma 3, L.108/96: Per la determinazione del tasso d’interesse usurario si tiene conto, delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all’erogazione del credito.

Derivati e swap: l’obiettivo dei contratti derivati è la copertura di un rischio connesso alla variabilità di un indice, questo strumento finanziario viene strutturato dalle banche per “assicurare” prestiti e finanziamenti o per “ristrutturare” i debiti aziendali. Le anomalie riscontrate più frequentemente includono vizi normativi e vizi contabili tra cui costi occulti, evidenza di speculazione, mancanza di coperture, ecc... che possono generare usura e truffa contrattuale. “da parte degli organi che le emettono”.